Procedimenti

Tutela dei beni librari non statali

IN AGGIORNAMENTO

A seguito delle modifiche all'art. 5 del Codice dei beni culturali e del paesaggio, introdotte dal D.L. 19 giugno 2015 n. 78, le Regioni non sono più titolari delle funzioni di tutela sui beni librari non statali, che passano al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Leggi tutto...

Interventi sugli archivi

Ai sensi dell'art. 21 del D.Lgs. n. 42/2004 Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio l'esecuzione di opere e lavori di qualunque genere su beni culturali è subordinata ad autorizzazione del Soprintendente. Nel settore archivistico sono soggetti ad autorizzazione preventiva del Soprintendente tutti quegli interventi che possono compromettere, se non opportuni o non eseguiti correttamente, l'integrità dell'archivio o del singolo documento.

Leggi tutto...

Dichiarazione di interesse storico

La dichiarazione di interesse storico particolarmente importante, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n. 42/2004, Codice dei beni culturali e del paesaggio, accerta la sussistenza nell'archivio o nei singoli documenti appartenenti a privati (famiglie, persone, associazioni ed enti di natura privata, imprese, ecc.) delle caratteristiche di bene culturale (art. 10, comma 3-b, D.Lgs n. 42/2004).

Leggi tutto...

Scarto

Lo scarto è l'operazione mediante la quale parte della documentazione di un archivio viene destinata all'eliminazione ed ha per oggetto tutti quei documenti che, avendo esaurito la loro validità amministrativo-giuridica, non si ritiene possano essere meritevoli di conservazione permanente quali fonti per la ricerca storica presente e futura.

Leggi tutto...

Spostamento e trasferimento

Lo spostamento, anche temporaneo degli archivi storici e di deposito degli enti ed istituti pubblici è soggetto ad autorizzazione della Soprintendenza Archivistica (D.Lgs n. 42/2004, art. 21, c. 1, lettera b).

Leggi tutto...

Mostre ed esposizioni

 

L'esposizione di documenti  appartenenti alle regioni, agli enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto pubblico, oltre ai documenti appartenenti a collezioni e ad archivi privati che rivestono interesse storico particolarmente importante, è subordinata al rilascio dell'autorizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Codice dei beni culturali e del paesaggio D.Lgs. n. 42/2004, artt. 48, 66, 71, 74 e s.m.i.).

Leggi tutto...

Consultazione di archivi

Il Codice dei beni culturali e del paesaggio (art. 127, D.Lgs n. 42/2004) dispone che il privato proprietario, possessore o detentore a qualsiasi titolo di archivi o di singoli documenti dichiarati di interesse storico particolarmente importante ha l'obbligo di permettere la consultazione dei documenti allo studioso che ne faccia motivata richiesta tramite il competente soprintendente archivistico. Le modalità di consultazione sono concordate tra i privati stessi ed il soprintendente archivistico.

Leggi tutto...